Alessandro Penso, il sogno dei migranti dentro un camion

penso-620x349

Avvicinarsi al volto degli immigrati fino a toccare la loro pelle, fino a respirare la loro speranze, fino a vivere le loro paure: ecco l’ esperienza del fotografo romano Alessandro Penso. The European World. Road to Bruxelles, non è solo il titolo di una mostra itinerante all’interno di un camion in giro per l’ Europa che, partita da Bari, è arrivata il 4 luglio a Bruxelles, sede del Parlamento Europeo (1-2). Ha attraversato diverse città italiane ed europee: Roma, Ancona, Firenze, Milano, Ginevra e Strasburgo. È il sogno di tanti, tantissimi profughi che sfidano la sorte per realizzare il loro sogno europeo, un sogno di una vita migliore, di un futuro senza guerre, violenza e razzismo.

 

Il vincitore del World Press Photo 2014 vuole dare voce a migliaia di ragazzi, uomini e donne rifugiati che scappano disperatamente da un passato di sofferenze. Ognuno di loro, proveniente dal Africa e Medio Oriente, spera di arrivare in Europa sfuggendo ai rigidissimi controlli di sicurezza in Grecia (3-7). Infatti, per comprenderli Penso ci ha convissuto nel 2011 in Grecia perché scattare solo fotografie non bastava. Voleva condividere la loro quotidianità per essere davvero capace di raccontarli e per sensibilizzare al delicato tema del diritto alla cittadinanza a chi richiede asilo politico.

Il progetto fotografico è organizzato in collaborazione con l’ UNHCR, United Nations High Commissioner for Refugees,ovvero Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. La tappa finale della mostra sarà Cortona On The Move Festival Internazionale della Fotografia con tema dedicato alla fotografia in viaggio che inaugurerà il 17 luglio 2014.