Expo e Roland Barthes protagonisti di MIA FAIR 2015

logo_miafair_2015

Sarà un’edizione unica quella di MIA FAIR, Milan Image Fair che a breve inaugurerà a Milano per omaggiare la fotografia contemporanea. Nuove date, location e tema; infatti la quinta edizione si svolgerà dall’ 11 al 13 aprile 2015 e sarà ospitata presso il complesso The Mall, a Porta Nuova nel cuore di Milano. Inoltre, per omaggiare l’imminente apertura dell’ Expo 2015 l’ ideatore e direttore di MIA FAIR Fabio Castelli, dedica una nuova sezione in cui ogni espositore potrà presentare più artisti intorno al tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, diversamente dalle passate edizioni.

MIA-Fair

Nel ricco programma di MIA FAIR 2015, vi segnalo tre imperdibili eventi: Un Sguardo Lento- Il Fotolibro d’artista in Italia e Tempo ritrovato – Fotografie da non perdere. La prima, a cura di Roberto Maggiori e Danilo Montanari, vuole riflettere sull’evoluzione del fotolibro d’artista, dagli anni ’70 ai nostri giorni, dai progetti di grandi editori specializzati fino al fenomeno del dummy e del self-publishing.

Mario Cresci, La cura, (2012), Editrice Quinlan

Mario Cresci, La cura, (2012), Editrice Quinlan

La seconda invece vuole porre porre l’attenzione sugli effetti dell’attività antropica sul Pianeta al fine di salvaguardarlo attraverso l’esposizione di opere provenienti del fondo fotografico Giuseppe Pellizza, autore del celebre dipinto Il Quarto Stato, a cura di Daniela Giordi. Verrà consegnato inoltre un Premio dedicato agli archivi e alla tutela del patrimonio fotografico.

Quarto Stato, 1901. Riproduzione fotografica Studio Cicala, Voghera

Quarto Stato, 1901. Riproduzione_fotografica Studio Cicala, Voghera

 Davvero interessante e ricco di spunti sarà anche l’incontro Fotografia e progetti non realizzati di arte contemporanea nelle collezioni digitali di MoRE museum Le nuove acquisizioni: Mario Cresci, Franco Guerzoni e Giovanni Ozzola. Il MoRE, Museum of refused and unrealised art projects, è un museo virtuale che raccoglie, conserva ed espone I progetti non realizzati di artisti contemporanei. Sarà l’occasione per presentare le nuove acquisizioni di progetti appartenuti a  Mario Cresci (dedicato al rapporto tra l’estetica, la didattica e l’intervento sociale), Franco Guerzoni (Stelle e lucciole, Studio per tappeti volanti e Sovrapposizioni culturali) e Giovanni Ozzola (Un solo orizzonte)e riflettere così sul  non realizzato o non pubblicato o non esposti nell’arte contemporanea e in fotografia.

Franco Guerzoni e Luigi Ghirri, Stelle e Lucciole

Franco Guerzoni e Luigi Ghirri, Stelle e Lucciole

In conclusione, grandi saranno le celebrazioni in onore del semiologo Roland Barthes, per il centenario dalla nascita e dal trentacinquesimo anniversario dalla pubblicazione de La camera chiara, fondamentale saggio per gli appassionati di fotografia. La serie di appuntamenti, ovvero gli Année Barthes, saranno dedicati alla rilettura dell’opera (11 aprile), alla presentazione di una versione inedita con un ricco programma iconosgrafico (13 aprile) e dell’ultima fatica di Barthes rimasta incompiuta a causa della sua morte (12 aprile).

rolandBarthes