F come FestivalFilosofia…e fotografia!

copertina-filosofia-fotografia

Dopo il fine settimana d’inaugurazione del SI FEST e del circuito OFF, è la volta nuovamente di rinunciare ad un altro appuntamento che attendevo da tempo. Sto parlando del Festival Filosofia che dal 16 al 18 settembre riempirà le piazze di Modena, Sassuolo e Carpi con incontri, lezioni magistrali ed eventi culturali intorno al tema dell’ agonismo. Da ex sportiva, non potevano non sentirlo mio dato che ho giocato a pallavolo per dieci anni insegnandomi a dare il massimo in tutto quello che faccio, a gioire delle vittorie ma soprattutto a saper perdere per poi analizzare e correggere gli errori. Purtroppo gli orari del lavoro non coincidono e per questo mi tocca rinunciare a Festival…anche questo vuol dire diventare “grandi”, no?

Modena, pubblico in Piazza Grande, Foto Baracca e Campanini.

Modena, pubblico in Piazza Grande, Foto Baracca e Campanini.

In quei giorni immaginerò di passeggiare per Modena e soffermarmi nell’incantevole Piazza Grande all’ombra del Duomo e della Ghirlandina e visitare la mostra Versus. La sfida dell’artista al suo modello in un secolo di fotografia e disegno allestita presso la Galleria Civica di Modena. Curata da Andrea Bruciati, Daniele De Luigi e Serena Goldoni, la mostra vuole dare una panoramica della storia dell’arte dal 1915 al 2016 attraverso disegni e fotografie di 125 artisti quali  tra influenze, paragoni e originalità. Le opere presenti saranno di artisti emergenti e non, più o meno conosciuti quali Mario Giacomelli, August Sander, Franco Fontana e Vincenzo Agnetti.

Franco Fontana, 1933 Modena, 1968 fotografia a colori (ristampa 2011).

Franco Fontana, 1933 Modena, 1968 fotografia a colori (ristampa 2011).

Seconda tappa del mio personale tour, sarà il Foro Boario dove Fondazione Fotografia e Fondazione Cassa di Risparmio si fanno promotori di Lying In Between. Hellas 2016 che racconta la Grecia e i suoi profughi. Un viaggio all’insegna dei luoghi che hanno accolto migliaia di persone in fuga dalla guerra in Medio Oriente alla ricerca di salvezza. Qui, sette fotografi (Antonio Biasiucci, Antonio Fortugno, Angelo Iannone, Filippo Luini, Francesco Mammarella, Simone Mizzotti e Francesco Radino) in missione fotografica svoltasi tra maggio e giugno 2016, hanno immortalato quei posti che anche sono ambite mete turistiche. Parallelamente ci sarà il racconto di un altro team formato dal Direttore Filippo Maggia, Andrea Cossu, Daniele Ferrero e Mara Mariani.

Lying in Between, Postazione dell'UNCHR al porto di Kos, 2016

Lying in Between, Postazione dell’UNCHR al porto di Kos, 2016

Quale miglior esempio di agonismo, lotta e sfida se non la giovane generazione del ’68? E’ qui che si conclude il mio viaggio immaginario, con la mostra Carlo Savigni. Sono un tipo antisociale presso la Galleria Paggeriarte di Sassuolo. Il fotografo modenese crea iconici ritratti di una generazione protagonista della lotta contro il sistema, la famiglia e il ben pensare. Si tratta di immagini in bianco e nero e spesso in posa quasi a diventare dei manifesti senza tempo. Tra i giovani fotografati dalla Nikon di Carlo Savigni ci saranno alcuni nomi della futura scena musicale italiana come Guccini, i Nomadi e l’ Equipe 84.

Carlo Savigni, da "Facce Beat"

Carlo Savigni, da “Facce Beat”