Sebastião Salgado: Dall’economia alla salvaguardia del pianeta

Può un fotografo smuovere le coscienze umane sul delicato tema dell’ ambiente? È possibile recuperare l’originario e armonioso rapporto tra l’ uomo e la natura? Le risorse terrestri ormai in esaurimento, stanno mettendo in serio pericolo il pianeta e gli stessi abitanti. Secondo il fotografo brasiliano Sebastião Salgado, un economista diventato fotografo, non sono più sufficienti conferenze ed incontri ma sono necessarie le immagini per ricordare all’ uomo delle sue azioni di sfruttamento indiscriminato delle risorse naturali.

Per questo Salgado ha deciso di portare in giro per il mondo il suo progetto fotografico, chiamato Genesis. La mostra, curata dalla moglie del fotografo Leila Wanick, è approdata a Venezia lo scorso 1° febbraio presso la Casa dei Tre Oci- Centro Internazionale di Fotografia con una selezione di 240 fotografie tra quelle scattate durante i suoi numerosi viaggi in giro per il mondo dal 2003 al 2011. Le foto di Salgado sono state divise in cinque sezioni: Il Pianeta Sud, I Santuari della Natura, l’Africa, Il grande Nord, l’Amazzonia e il Pantanàl. I nostri occhi attraversano luoghi primordiali di assoluta bellezza, lontani dal frastuono metropolitano: dalle foreste tropicali in Amazzonia, in Congo e Nuova Guinea alle montagne del Cile e della Siberia; dai deserti americani e africani ai ghiacciai dell’ Artartide. È presente l’ uomo nei suoi riti tribali o di medicina rudimentale come i Pigmei del Congo o i Boscimani del Kalahari e numerose specie di animali come ignuana e tartarughe giganti e il giaguaro delle Americhe. In questo modo, Salgado è riuscito a documentare l’ unicità e la preziosità del nostro pianeta. È uno sguardo pieno di meraviglia, potenziato non solo dal bianco e nero ma anche da particolari effetti di post produzione, spesso oggetto di critiche. Genesis abbraccia la causa ecologista a trecentosessanta gradi attraverso un vero e proprio giro per il globo terrestre dove si intrecciano natura, uomo e animali.

Il reportage di Salgado si fa mezzo di sensibilizzazione contro l’ urbanizzazione incontrollata a discapito della natura. Un cambiamento fisico ma soprattutto spirituale è possibile solo attraverso una maggiore presa di coscienza e responsabilizzazione di ognuno di noi nei confronti di Madre Natura.

Genesi. Fotografie di Sebastião Salgado
a cura di Lélia Wanick Salgado
realizzata da Amazonas Images
prodotta da Contrasto e Civita Tre Venezie 

1 febbraio – 11 maggio 2014

Casa dei Tre Oci
Isola della Giudecca Fondamenta delle Zitelle 43, 
Venezia

Orari: tutti i giorni 10.00-19.00; venerdì 10.00-21.00; chiuso martedì 

Info: +39 041 2412332; +39 041 2410775
info@treoci.org
www.treoci.org