Sulle orme di…Simone Donati

Land-Inc-Terra-Project

Per il secondo appuntamento di questa nuova rubrica ho deciso di pescare dal mio cestino delle interviste passate, in particolare quella dedicata ad un grande fotografo toscano: Simone Donati. E’ fondatore insieme a Rocco Rorandelli, Pietro Paolini e Michele Borzoni del collettivo TerraProject nato nel 2006 con l’intento di creare uno stile documentario unico in Italia, dove le individualità potessero collaborare tra di loro condividendo lo stesso sguardo verso il contemporaneo. Tante sono le collaborazione con riviste italiane ed internazionali, ONG e agenzie non governative e altrettante sono i riconoscimenti e le esposizioni in gallerie e festival. Seguendo le orme di Simone Donati, scopro che, in occasione di ArteFiera 2017, qui a Bologna ha presentato il nuovo progetto di TerraProject: Land Inc. Il progetto indaga e documenta quello che secondo alcuni è una nuova tipologia di neocolonialismo e secondo altri un’occasione di rilanciare lo sviluppo del Brasile, Dubai, Etiopia, Indonesia, Madagascar, Filippine e Ucraina.

L’indagine è iniziata nel 2009 quando, in seguito alla crisi alimentare dell’anno precedente, il collettivo è venuto a conoscenza dei cambiamenti delle strategie di governi ed investitori privati quali USA, UK ed Emirati Arabi. Infatti, se prima i Paesi si affidavano all’importazione di piccole coltivazioni locali per soddisfare la domanda alimentare interna, si è avviata poi una vera e propria corsa ad acquistare o affittare terreni fertili in altre Nazioni per poi esportare tali prodotti. Di conseguenza nei Paesi coinvolti si è assistito all’allontanamento forzato di indigeni e contadini dalle proprie terre  per attuare una produzione industriale a larga scala. Le coltivazioni locali quindi sono state sostituite da latifondi monoculturali come riso, cotone, olio di palma, impoverendo il terreno e riducendo la biodiversità delle piante del territorio. L’impatto ambientale risulta enormemente devastato anche a causa della deforestazione, inquinamento e sfruttamento incondizionato di biocarburanti, terra e acqua.

Land-Inc-terra-project

Curata e ideato da Mónica Santos, include le infografiche di Studioburo e una prefazione di José Bové. Il libro è pubblicato da Edizioni Intervalles, in edizione inglese e francese, con il contributo scritto della giornalista Cécile Cazenave, che ha intervistato sette esperti per aiutare a capire le storie dietro questo fenomeno.