Spaziergang: il nuovo progetto editoriale di Luca Nizzoli Toetti

Luca Nizzoli Toetti non si ferma mai e dopo l’avventura della trilogia europea con i libri Almost Europe, Still Europe pubblicati da Postcart e il prossimo Texas, Europe ha inaugurato ora una sua piccola produzione editoriale chiamata Spaziergang.

Spaziergang

Si tratta di una collana di lavori fotografici inediti o fuori commercio, non venduti o scartati dall’editing finale, dimenticati e lasciati al buio nel cassetto della scrivania o nell’hard disk. La volontà è quindi quella di rimetterli sul mercato in piccoli volumi per dargli una seconda possibilità e riconoscergli una proprio valore al pari dei progetti “ufficiali” precedentemente pubblicati. È un modo diverso per raccontare la contemporaneità, le storie e le persone con un approccio “non social” ma analogico e contribuire alla diffusione di una cultura fotografica consapevole. Il nome del progetto, Spaziergang, è tratto dal racconto di Robert Walser del 1917, vuol dire “passeggiata”, e vuole sottolineare l’importanza di allontanarsi dalla propria quotidianità per riscoprire qualcosa di semplice ma altrettanto importante come il prendersi un momento libero e passeggiare, proprio come scrive l’autore nell’ incipit:

Un mattino, preso dal desiderio di fare una passeggiata, mi misi il cappello in testa, lasciai il mio scrittoio o stanza degli spiriti, e discesi in fretta le scale, diretto in strada.

I libretti verranno stampati in A5, venduti al prezzo di 9€ con una tiratura limitata di 200 copie e venduti poi presso librerie di fiducia, tramite sito web o in occasione di fiere e manifestazioni. Se vi piace come idea e voi fotografi avete del buon materiale lasciato in sospeso in qualche cassetto, questa potrebbe essere l’occasione giusta per rispolverarlo!

Prime pubblicazioni: Cuba 2003, Alda

© Luca Nizzoli Toetti, Cuba 2003

© Luca Nizzoli Toetti, Alda

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fino ad ora, sono stati pubblicati quattro libretti: Cuba 2003, Alda, Viganò’s Marchiondi Building di Luca Nizzoli Toetti e In the Russian East di Davide Monteleone. Il primo è tratto da un lavoro scattato a Cuba e pubblicato per la prima volta su L’Espresso nell’ottobre del 2003, il libretto si compone di 32 pagine e 16 fotografie in bianco e nero. Segue la pubblicazione di Cuba 2003, Alda dedicato alla poetessa milanese scomparsa nel 2009 Alda Merini. Luca Nizzoli Toetti ha avuto l’onore di fotografarla nel suo appartamento sul Naviglio Grande a Milano. La signora Merini accettò di posare solo dopo aver ricevuto da Luca due accendini, comprati dopo che lo cacciò da casa per non essere un fumatore e senza avere quindi del fuoco. Le 14 foto scattate da Luca Nizzoli Toetti sono completate da una poesia inedita che la Poetessa declamò mentre Luca la fotografava, sdraiata sul suo letto, come potrete vedere sul libro.

Viganò’s Marchiondi Building e In the Russian East

© Luca NIzzoli Toetti, Viganò’s Marchiondi Building

© Davide Monteleone, In the Russian East

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Viganò’s Marchiondi Building è un capolavoro dell’architettura brutalista italiana. Il palazzo Marchiondi in stato di abbandono da oltre 40 anni, progettato agli inizi degli anni ’50 dall’architetto Vittoriano Viganò raccogliendo l’eredità di una precedente struttura Ottocentesca situata lì vicino ma distrutta dai bombardamenti della II Guerra Mondiale, era dedicato all’educazione giovanile di ragazzi difficili e l’ordine pedagogico impartito ai ragazzi ospitati qui, si riflette anche nell’architettura semplice ma rigida e dall’uso del cemento armato a vista. Per la realizzazione di In the Russian East, Davide Monteleone si è ispirato al lavoro di Richard Avedon In the American West che pubblicato nel 1985, è frutto di cinque stagioni passate a ritrarre la “gente comune” del Far West americano. Monteleone ha voluto emulare il grande fotografo statunitense restituendo, con un simile linguaggio fotografico, un ritratto corale del tessuto sociale russo. Si è spinto  verso i remoti confini orientali della nazione, dove gli echi nazionalisti risuonano debolmente, mostrandoci il volto umano di una Russia multiforme e destrutturata, con la sua geografia troppo estesa, la sua moltitudine di culture, le complesse dinamiche sociali e i suoi incessanti cambiamenti.


Nato a Venezia nel 1973, Luca Nizzoli Toetti é fotografo, docente e musicista. Più di 25 anni di carriera tra pubblicazioni su quotidiani e magazines, mostre, partecipazioni a festival, incontri pubblici e qualche riconoscimento.